Cioccolato? Si usa anche così

Ma diciamocelo sinceramente: a quanti di noi realmente non piace, questa delicatezza gastronomica che viene dal Sudamerica? Lo possiamo sorbire caldo nelle serate invernali, guardando la neve che cade fuori dalle finestre; possiamo godercelo puro, a quadratini, da una tavoletta (e occhio a non finirla!); può arricchire a gocce dei biscotti, o possiamo direttamente farne una golosissima torta al cioccolato, da cui farsi invogliare a qualsiasi ora del giorno. Non pensate però che il cioccolato sia unicamente un buon ingrediente! Eccone dieci utilizzi nuovi nuovi che indubbiamente non conoscevate:

1. Come valuta corrente: i soldi non crescono sugli alberi… ma una volta, in Sud America, lo facevano. Sia i Maya (che lo scoprirono) che gli Aztechi usavano di regola i semi di cacao come moneta, oltre che evidentemente per bersi un bel Xocolatl.

2. Come protezione per i denti: questa notizia farà indubbiamente un grande piacere ai bambini, e forse sconfesserà qualche ammonimento ricevuto dalla mamma. A quanto risulta da studi approfonditi e recenti, l’estratto di cacao non solo non nuoce, ma effettivamente giova ai denti e li tutela – perfino più del fluoro.

3. Come aiuto per la circolazione: poche volte mantenersi in buona salute richiede azioni davvero piacevoli… eppure, anche qui il nostro amico fa eccezione: il cioccolato fondente sembra avere ottimi effetti sulla circolazione nelle coronarie.

4. Come regolatore della pressione: degli studi condotti di recente hanno verificato che i polifenoli presenti nel cioccolato fondente abbassano la pressione.

5. Come aiuto per il malumore: è accaduto anche a voi, in un istante di depressione, di aprire istintivamente un paio (o più…) di cioccolatini? Normale: il cioccolato libera nell’organismo sostanze euforizzanti, le stesse, ad esempio, attivate da un bacio.

6. Come aiuto per il cervello: il cioccolato fondente è ricchissimo di flavanoli, una classe di flavonoidi con precisi effetti sul cervello, come aumentare la soglia di attenzione, combattere la spossatezza intellettuale, e incrementare l’efficienza dei processi cognitivi.

7. Come crema per la pelle: il burro di cacao è un ottimo nutriente per la pelle, come sa chiunque abbia avuto le labbra screpolate dal vento. E poi è del tutto naturale – e addirittura commestibile!

8. Come profumo: l’aroma del cioccolato, un po’ come quello del caffè o del pane da poco sfornato, pare riuscire gradevole anche a chi (rarissimi!) non apprezza molto il prodotto in sé. Inoltre, alcuni studi lo qualificano come addirittura afrodisiaco!

9. Come trattamento di bellezza: il bagno nel cioccolato fuso? Massaggi con semi di cacao? Se vi sembra strano, sappiate che in molte Spa sono trattamenti ormai diffusi: e il motivo va cercato nell’altissimo contenuto di antiossidanti del cioccolato, specie quello che subisce una lavorazione minima.

10. Come carburante: per ultimo abbiamo tenuto qualcosa che ancora non è realtà, ma solamente un’ipotesi molto ragionevole. Alcuni batteri, che portano il nome di “Escherichia Coli”, si nutrono specialmente di sostanze dolci, e nello specifico, quando nutrite con il cioccolato, generano come sottoprodotto della propria assimilazione idrogeno – che può fare da carburante!