Tutto sul gatto, dalla sua storia alla simbologia

I gatti, come i cani, sono per la maggior parte addomesticati e si trovano ovunque si trovino gli esseri umani. C'è un gatto soriano selvatico in Scozia, ma per il resto, gli unici altri gatti selvatici sono per lo più quelli che sono tornati dall'addomesticamento. Chiunque abbia trascorso del tempo con i gatti sa che possono essere animali molto solitari. Evocano lo spirito di indipendenza, intelligenza e, naturalmente, curiosità. Sognare i gatti ha un significato ben preciso: dalla sessualità femminile secondo Freud, a indipendenza e potere secondo il simbolismo. Ma vediamo la storia e la simbologia del felino.

Storia

I gatti sono stati entrambi temuti e amati nel corso della storia da molte culture diverse. Alcuni nativi americani, ad esempio gli Oglala, non avrebbero avuto nulla a che fare con nessun felino perché credevano che i gatti avessero una magia potente e la capacità di maledire le persone. Tuttavia, gli egiziani avevano una grande riverenza per i gatti. Avevano più dee feline, tra cui Bast, Sekmet (dea con la testa di leonessa) e Mafdet (dea venuta prima di Bast, che rappresentava i gatti selvatici egiziani). Ognuna di queste divinità è femmina, il che sostiene l'associazione che molti hanno tra gatti e donne. I gatti sono anche associati alla medicina femminile. I gatti furono addomesticati in Egitto intorno al 2100 a.C. con lo scopo di cacciare.

I Celti avevano anche una predilezione per i felini, associandoli alla loro dea Brighid. In questo caso, i gatti erano rappresentativi di amici e compagni, proprio come si pensa ai cani. I Celti hanno visto alcune qualità nei gatti, come la sensibilità e la furtività, e hanno tentato di copiarle. I gatti sono fortemente associati alla magia e, in modo appropriato, i sacerdoti druidici userebbero la magia del gatto in modo da essere in grado di attraversare il mondo spirituale e quello fisico.

C'erano società come gli Oglala che non amavano tanto i gatti. Il cristianesimo ha capovolto queste tradizioni positive con i gatti collegando i gatti con Satana, le streghe, il male e qualsiasi altra cosa negativa che gli venisse in mente. I gatti erano visti come complici e spesso appesi con i loro padroni quando condannati per eresia.

Simbologia

Per quanto riguarda il simbolismo, i gatti sono emblema di rinascita e resurrezione, per le loro nove vite. Poiché sono notturni, sono anche associati all'oscurità. L'oscurità spesso accompagna la paura, l'inconscio e le cose nascoste. I gatti sono anche simboli di mistero e magia, come già detto, ma anche imprevedibilità e persino guarigione

News Reporter